Alimenti per gatti

GATTI

L’autonomia dei felini è notoria. Amano andare e venire a loro piacimento da una parte all’altra della casa, andare al cibo servito con amore dai padroni e assaggiarne solo un po’, per poi distrattamente tornare a nutrirsene più tardi. A parte la dolcezza e l’ironia di questi splendidi animali, queste loro abitudini hanno fatto sì che l’industria del cibo per gatti vi si adeguasse. Le crocchette per gatti sono il cibo migliore per questi mangiatori casuali, infatti con le crocchette non si rischia di lasciare residui che possano sviluppare microrganismi pericolosi nella ciotola inoltre non lasciano residui tra i denti. Alcuni sostengono però che i cibi secchi facciano male alle vie urinarie dei gatti, per questo caldeggiano la preparazione di alimenti per gatti in modo casalingo. Se si sceglie questa strada però bisogna fare molta attenzione ad ottenere una dieta equilibrata e a stabilire le quantità adeguate di cibo.
I fattori da tenere in considerazioni sono tanti. Le due condizioni primarie per una corretta preparazione di cibo per gatti fai da te sono il fatto che sono animali carnivori e quindi necessitano di molte proteine nei loro pasti ed il fatto che cambiano le loro esigenze con il passare del tempo, a seconda delle età. Per esempio il latte non può essere sempre dato da un gatto perché più diventa adulto meno possiede l’enzima per digerirlo. Un altro argomento a sfavore della dieta fai da te è proprio l’impossibilità di preparare un pasto equilibrato che per un gatto significa 45% di proteine, 45% di grassi e 2% di carboidrati. Il calcio è abbastanza importante per non far incorrere i gatti in problemi scheletrici, cosa che con le diete fai da te di alimenti per gatti a base solo di pesce è un rischio evidente.
Il proprietario medio di un gatto si rifugia quindi nei cibi industriali. Naturalmente si sta parlando di alimentare il micio con cibi che con controlliamo, dobbiamo proteggerci. E’ necessario saper leggere l’etichetta delle scatolette, perché non sono assolutamente tutte uguali. Tendenzialmente quelle più a buon mercato offrono un prodotto meno buono qualitativamente perché le materie prime di qualità sono costose, ma non è una regola che vale sempre. Le indicazioni da seguire sono: la quantità di proteine, che come abbiamo detto deve essere abbondante e la presenza di pochi carboidrati, perché più sono presenti carboidrati, meno buona è la scatoletta, anche i grassi devono essere presenti in abbondanza.
Ma parlando di alimenti per i nostri amici felini non si può non nominare l’erba gatta. Ne vanno ghiotti, ogni proprietario di gatto lo sa. Ne ingeriscono grandi quantità, ma non si sa perché, si presume per pulirsi lo stomaco quando ingeriscono qualcosa che non riescono ad elaborare. Il pericolo sta quando l’erba manca e i mici cominciano a mangiare le piante in vaso, possono rimanere intossicati! E’ bene procurargliene un po’ da coltivazione.